Categoria: Di formazione

Persuasione, di Jane Austen (Classic House Book)

Uno dei romanzi ingiustamente meno apprezzati della scrittrice che ha ridefinito il ruolo della donna nella letteratura mondiale: uscì postumo e possiamo dire con certezza che nella sua scrittura si può vedere la crescita e maturità che Jane Austen aveva acquisito con gli anni. Il libro parte quasi in medias res in quanto veniamo avvertiti …

La tempesta nel bicchiere, di Marina Martelli (Laura Capone Editore)

In questo racconto lungo l’autrice tratta alcuni temi distinti e connessi: la solitudine, l’anzianità, la mancanza, i rapporti filiali, il rimorso, l’ascolto. E lo fa in poche pagine, ricchissime grazie alla forma originale ed efficace scelta: alternanza di capitoli, introdotti da una domand-chiave, in cui padre e figlia espongono i propri pensieri. La trama li …

Persone, Enneagramma e passaggio generazionale, di Gianluca Sardelli (Youcanprint)

A partire dalla propria esperienza di geometra e consulente, Gianluca Sardelli, esperto di comunicazione e Project Management, propone una serie di riflessioni personali per offrirci un approfondimento, un diverso punto di vista, un’idea del tutto nuova su un binario tuttavia imprescindibile, quello della comunicazione positiva ed efficace: “Le persone, nella loro essenza più profonda, sono …

L’ultima volontà, di Giliola Coloari (Edizioni del Loggione)

Il romanzo d’esordio di Giliola Colari, di ambientazione bolognese e incentrato sui rapporti familiari spezzati per motivi diversi, presenta le sfaccettature di uno young adult, di un romance e di un romanzo di formazione. Amedeo, il giovane protagonista, ventenne, è sato cresciuto dalla nonna Flora, titolare di un ristorante. Non ha mai saputo nulla del padre …

I comandamenti della madre, di Valeria Perrotta (Echos)

E’ un libro di formazione questo primo romanzo della giovane scrittrice Valeria Perrotta che si è voluta cimentare in pagine dense e non banali con una storia di fragilità adolescenziale e affetti familiari. Ne è protagonista Paolo, un ragazzo che ha stabilito stretti rapporti d’amicizia con alcuni coetanei, suoi compagni di scuola. Si tratta di …

Il viaggio mitico, di Marilù Oliva e Matteo B. (DeAgostini Ragazzi)

Superare il disagio da bullismo grazie al mito greco. Comprendere nel senso letterale del termine, prendere insieme, non escludere, non separare le diversità, ancora grazie al mito greco. Marilù Oliva, scrittrice e insegnante, che ha dedicato diverse pubblicazioni ad una rivisitazione dei miti classici in prospettiva femminile, affianca il figlio Matteo in questo romanzo (anche ma …

Tutti i colori tranne uno, di Luca Ammirati (Sperling & Kupfer)

Rosso, nostalgia, rabbia, tradimento, dolcezza, riscoperta, accettazione: sono le parole chiave dell’ultimo romanzo di Luca Ammirati, “Tutti i colori tranne uno”, edizioni Sperling & Kupfer. Una storia di sentimenti, forti e delicati, con tocchi di struggente dolcezza. Il rosso è il colore che Damiano, il quarantenne protagonista, non può percepire perché daltonico; è il colore …

Il figlio dell’estate, di Claudia Muscolino (Felici)

La storia inizia quando, nel 1983, alla fine della terza media, il protagonista arriva da Firenze in Sicilia con la sorella per passare le vacanze estive a Giardini-Taormina, dove vive la nonna paterna che ogni anno li ospita. Qui ritrova i suoi amici, in particolare Fabio, coetaneo, romano, altro “figlio dell’estate”. Insieme condividono la passione per …

The Committments, di Roddy Doyle (Guanda)

Un’immagine efficace e indimenticabile della gioventù irlandese degli anni ’80. Protagonisti sono alcuni ragazzi che decidono di mettere su un complesso musicale, guidati da un esperto, Jimmy Rabbit, le cui conoscenze in campo musicale sono indiscutibili per tutti. In questo modo egli riesce a costituire un punto di riferimento, ma nello stesso tempo un fortissimo …

Chissenefrega degli anni Ottanta, di Sabina Macchiavelli (SEM)

Dedicato a chi gli Anni Ottanta li ha vissuti a vent’anni. La protagonista, Sandra – dietro cui fino ad un certo punto si è posizionata l’autrice tanto da utilizzare all’inizio il proprio nome, per poi staccarsene quando non si è più sentita identificata in lei – a vent’anni lascia l’Italia, la propria famiglia, con la …